english version english


Lotus Plaza in Naples @ Cellar Theory 20.11.2009


Lotus Plaza
recorded live 20/11/2009 at Cellar Theory - Naples
Con il concerto di Lotus Plaza prende avvio la collaborazione tra radioPAN e wakeupandream, una delle realt pi dinamiche e attive nel campo della diffusione musicale su suolo partenopeo. Il live stato registrato il 20 novembre 2009 al Cellar Theory di Napoli, in una serata che ha visto avvicendarsi sul palco nomi di punta (Lotus Plaza e Nudge) di una delle etichette pi interessanti del panorama internazionale, la Kranky records.
Dell'evento wakeupandream scrive:
"Si scrive Kranky, si legge etichetta di culto. Di quelle che raramente toppano un'uscita. Di quelle che in ogni dettaglio, dal packaging alle note di copertina passando ovviamente per la musica contenuta, dimostrano classe competenza e passione.Soprattutto, una di quelle etichette che ha inventato un suono e fatto scuola. Basti pensare ai nomi passati sotto la sua ala protettiva: Low, Labradford, Godspeed You! Black Emperor, Keith Fullerton Whitman, Charalambides, Pan American, Deerhunter, Out Hud, Jessamine, Tim Hecker, Roy Montgomery, The Dead Texan e Stars of The Lid. Il suono Kranky il suono di queste band e delle tante che a loro si sono ispirate: (post) rock che flirta con l'elettronica pi estatica e dilatata, reiterazioni progressioni e accumulazioni kraute, psichedelia spaziale, echi shoegaze... Un suono che sa essere ipnotico e crea dipendenza nell'ascoltatore. E che nella sua versione pastosa, calda e avvolgente, lambisce territori inaspettati e guadagna corposit dub, fruibilit pop e maggiore consistenza ritmica. E' il caso, ad esempio, dei NUDGE, uno dei due gruppi di scena venerd al Cellar Theory. Un collettivo aperto fondato e ideato da Brian Foote, attorno al quale ruotano Honey Owens (in arte Valet, storica componente dei Jackie-O-Motherfucker), Paul Dickow (aka Strategy), Mark Hellner (Pulse Programming) e Jon Pyle (RV Paintings, Cloaks, Starving Weirdos)[..]
Ma le cose non finiscono qui... La serata riserva una vera e propria chicca, ovvero il set di LOTUS PLAZAprogetto solista (ancora su KRANKY, licenziato in Europa dalla 4AD) di quel Lockett Pundt che affermato chiitarrista nei lanciatissimi DEERHUNTER! Ascoltate i suoi brani solisti e poi capirete quanto sia fondamentale e forse misconosciuto il suo apporto nel gruppo madre...
Uno dei tanti clamorosi commenti sui Deerhunter: "..sounds at once radiant and terrified.." pitchfork, best new music 8.9
E del recente esordio solista di Lockett a nome Lotus Plaza,"The Floodlight Collective", si detto (ONDAROCK): "Respirando i tepori degli ultimi Animal Collective e unendovi gli umori pi dreamy di marca Deerhunter, i Lotus Plaza hanno saputo forgiare un disco che sfiora corde di pura poesia."
Chicago Underground Duo - Live in Naples @ Galleria Toledo


Luned 22 novembre 2010 - Galleria Toledo - Napoli

CHICAGO UNDERGROUND DUO (Usa / Thrill Jockey) 
www.myspace.com/chicagoundergroundmusic

Rob Mazurek: cornetta, elettronica 
Chad Taylor: percussioni, vibrafono, mbira, laptop

Rob Mazurek e Chad Taylor formano il Chicago Underground Duo nel 1997, come costola del Chicago Underground Collective. Ben presto esso diventa il nucleo portante e il progetto pi operoso di quel collettivo, come testimoniano i cinque dischi in studio (sempre per lottima Thrill Jockey) e i tanti concerti in giro per il mondo, nei pi importanti locali e festival di jazz e rock davanguardia. 
Quello che ufficialmente un duo ottone-percussioni si rivela allascolto come unentit multiforme e magmatica, capace di soluzioni sonore che attraversano fluide gli steccati tra generi. 
Mazurek (che nella vita anche pittore, e ci sembra dar conto del carattere materico e fortemente cromatico del suono CUD) soffia nella cornetta e armeggia con lelettronica (vanta anche lavori sullaustriaca Mego), mentre il tentacolare Taylor si divincola tra batteria e vibrafono (spesso suonati in contemporanea), mbira africana (una base in legno cui sono attaccate delle lamelle metalliche che vengono fatte vibrare con i pollici) e laptop. Ne risulta una musica avventurosa e in movimento, che si incammina libera per le strade dellimprovvisazione, lambisce territori jazz dub, si intrufola nei cespugli pungenti dellhard-bop, rallenta e quasi si ferma in soundscapes estatici e sognanti, e poi riprende a correre nel segno del groove e di colorate poliritmie. Tutta questa carne al fuoco non deve meravigliare: stiamo parlando di musicisti che hanno prestato il loro talento alla crema del rock avant o post che dir si voglia (Calexico, Tortoise, Stereolab, Gastr del Sol, Jim ORourke) e che, in ambito pi propriamente jazz, hanno collaborato e fatto dischi con personaggi come Roscoe Mitchell (AACM e Art Ensemble of Chicago), Fred Anderson, Marc Ribot e Bill Dixon (New Thing).

Nudge live in Naples @ Cellar Theory 22.11.2009
[https://soundcloud.com/radiopan/nudge-live-cellar-theory-by-wakeupandream]


Si scrive Kranky, si legge etichetta di culto. Di quelle che raramente toppano un'uscita. Di quelle che in ogni dettaglio, dal packaging alle note di copertina passando ovviamente per la musica contenuta, dimostrano classe competenza e passione.  Soprattutto, una di quelle etichette che ha inventato un suono e fatto scuola. Basti pensare ai nomi passati sotto la sua ala protettiva: Low, Labradford, Godspeed You! Black Emperor, Keith Fullerton Whitman, Charalambides, Pan American, Deerhunter, Out Hud, Jessamine, Tim Hecker, Roy Montgomery, The Dead Texan e Stars of The Lid. Il suono Kranky il suono di queste band e delle tante che a loro si sono ispirate: (post) rock che flirta con l'elettronica pi estatica e dilatata, reiterazioni progressioni e accumulazioni kraute, psichedelia spaziale, echi shoegaze... Un suono che sa essere ipnotico e crea dipendenza nell'ascoltatore. E che nella sua versione pastosa, calda e avvolgente, lambisce territori inaspettati e guadagna corposit dub, fruibilit pop e maggiore consistenza ritmica. E' il caso, ad esempio, dei NUDGE, uno dei due gruppi di scena venerd al Cellar Theory. Un collettivo aperto fondato e ideato da Brian Foote, attorno al quale ruotano Honey Owens (in arte Valet, storica componente dei Jackie-O-Motherfucker), Paul Dickow (aka Strategy), Mark Hellner (Pulse Programming) e Jon Pyle (RV Paintings, Cloaks, Starving Weirdos)[..]

https://kranky.net/artists/nudge.html

torna in homepage